Cielo d’oriente è un’opera luminosa creata per avere un’illusione domestica, un piccolo pezzo  di un cielo indiano.

Continuo a sperimentare nuove sorgenti luminose e le fibre ottiche , un prodotto ancora marginale per quei tempi, si adattano bene ad essere tessute nella trama di un tappeto di cotone.

“Cielo d’oriente” viene presentato alla mostra “Vetrine” organizzata dal Comune di Firenze “progetto giovani” presso l’Ospedale degli Innocenti nel 1986.

Mostre:

Vetrine  presso l’Ospedale degli Innocenti – Firenze

Stanza dell’Astronomo-MalmÖ Svezia

Existenz Maximum – Alessandro Mendini- Firenze 

Pubblicazioni

Modo Copertina mensile Modo 1986

Modo “Design della luce” articolo Cristina Morozzi  Modo 90-91 1986

GapCasa editoriale 1987